I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Termoidraulica valle

21 Gen

Come pulire i filtri dei condizionatori per ottenere sempre aria pulita

A causa delle estati bollenti che si susseguono di anno in anno, il condizionatore d’aria è ormai diventato un elettrodomestico diffuso e quanto mai indispensabile per il nostro benessere che trasforma la nostra casa in un paradiso, quando all’esterno il clima è infernale, e assicura una qualità dell'aria altamente salutare.

A patto però che la sua manutenzione sia compiuta con meticolosità e regolarità; in caso contrario, anche il condizionatore più costoso e ultratecnologico può trasformarsi in una bomba batteriologica rigetta germi e agenti inquinanti. Se non volete respirare aria malsana, è fondamentale che il vostro condizionatore, come qualsiasi altro elettrodomestico, sia pulito con cura e attenzione, prima che venga messo in funzione.

In questo modo, eviterete che, al momento dell’accensione della macchina nel periodo estivo, i germi che si sono depositati al suo interno vengano messi in circolazione attraverso i flussi d’aria, compromettendo così la qualità dell’aria che respirate, con conseguente insorgere di malattie respiratorie e allergie.

Le procedure da seguire per pulire un condizionatore sono semplici e prima di intervenire sull’impianto di condizionamento, è importante staccare l’alimentazione elettrica:

  1. Il primo step consiste nella pulizia della macchina con un piumino o un panno di cotone. Con questa semplice operazione eliminerete la polvere depositata sugli split durante i mesi invernali.

  2. Una volta terminata la pulizia esterna, procedete alla pulizia dei componenti interni, in particolare dei filtri attraverso cui passa l’aria e su cui maggiormente si depositano pulviscolo e batteri. E’ importante pulire frequentemente i filtri d’aria (almeno una volta al mese) per evitare che diventino un ricettacolo di sporcizia, agenti patogeni e allergeni, con gravi danni alla salute.

  3. Rimuovete il coperchio frontale ed esaminate i filtri: se sono molto sporchi e la fibra di vetro è ricoperta di polvere, convincetevi che è arrivato di dare inizio alle “pulizie di primavera”.

  4. Estraete i filtri dalla macchina e immergeteli completamente in una soluzione in parti uguali di acqua fredda e aceto, lasciandoli in ammollo per circa 2 ore, ma se lo sporco è veramente tanto il tempo di immersione sale a 4 ore. Trascorso questo tempo, potete procedere all’eliminazione delle incrostazioni di sporcizia, aiutandovi con una spugna imbevuta di aceto, ottimo rimedio naturale per eliminare batteri nocivi e agenti patogeni. Per assicurarvi una pulizia dei filtri più profonda, potete usare il soffione della doccia indirizzando sui filtri un getto di acqua fredda alla massima potenza. Per un’azione igienizzante finale, ripassate la spugna imbevuta di aceto sui filtri.

Terminata la fase di lavaggio, prendete i filtri e metteteli ad asciugare su un panno di spugna. Prima di rimontarli, assicuratevi che la fibra di vetro sia completamente asciutta e poi… godetevi l’aria sana e pulita della vostra casa!

 Per maggiori informazioni o consulenza chiamate Termoidraulica Valle di Volta Mantovana (Mantova) +39 347 843 4906.